Equipaggiarsi per un’escursione

CM VIAGGI - Settore MontagnaGuideEquipaggiarsi per un’escursione

Equipaggiarsi per un’escursione

Un’escursione estiva in montagna, tra paesaggi incantevoli, è, senza dubbio, rilassante ed emozionante. Però, al fine di evitare inconvenienti, è necessario organizzare tutto nei dettagli a partire dall’equipaggiamento da portare con sè. In questa guida illustreremo l’equipaggiamento di base indispensabile.
Innanzitutto è necessario pensare all’abbigliamento ottimale per un’escursione estiva in montagna.
Perciò, dovrai portare con te scarpe comode, necessariamente alte, che fascino la caviglia e con la suola scolpita, meglio se a prova di umidità.
Calzattoni di lana o spugna, evita i calzini sottili che possono provocare vesciche. Porta con te una maglietta di ricambio e qualcosa di pesante per le emergenze, il clima cambia repentinamente in montagna; in questi casi una felpa in cotone è meglio della lana, perchè traspira di più. Per non farti sorprendere dalla pioggia, porta una mantella cerata.Indossa biancheria intima comoda, a prova di arrossamenti.
Gli abiti possono pure lasciare scoperte parti del corpo (pantaloncini corti, magliette ecc) purchè la pelle sia protetta da creme solari con alto fattore di protezione. Per quanto riguarda l’attrezzatura, è consigliabile uno zaino ampio, un piccolo astuccio di pronto soccorso con disinfettante, un laccio emostatico, una siringa aspira veleno, alcuni cerotti, anti-allergici per chi soffre di allergie (la montagna è il regno dei fiori e del polline).
In più è utile una fascia elastica, qualche garza, un coltellino e uno stick contro le punture di api, vespe o altri insetti.
Una corda di 8-10 metri può aiutarti a superare tratti difficili. Non dimenticare una piccola torcia elettrica, con pile di scorta, che può salvarti la vita se hai calcolato male la distanza e ti fai sorprendere dalla notte. Indispensabile poi una cartina topografica della zona con ben segnati i vari sentieri e i rifugi, possibilmente in scala 1:25.000.
Per quanto riguarda le provviste, l’acqua è la cosa più importante, la mancanza di liquidi comporta un rapido squilibrio di sali nell’organismo con la tipica comparsa di crampi muscolari agli arti. Ma non ti conviene portare con te litri e litri, perchè pesano; sfrutta al massimo i numerosi punti di rifornimento, portandoti dietro una borraccia da mezzo litro. Evita le lattine e le bibite gassate. Procurati panini a sufficienza per tutto il tragitto da compiere, leggeri e nutrienti, non speziati. Ottima una piccola provvista di cioccolata e della frutta secca, che reintegrano velocemente le energie.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *